About

The Grace introduce itself

Grace O'Malley Quartet

Flauto traverso: Edoardo Caffi
Violino: Alessandro Cavalleri
Voce e percussioni: Giusi Pesenti
Chitarra: Manuela Bonfanti

Il Grace O’Malley Quartet nasce nel 2006 con l’intento di divulgare un repertorio raro legato al mondo popolare e tradizionale delle terre d’oltre Manica, un repertorio ricchissimo di melodie ispirate, ritmi e strutture uniche che ancora oggi caratterizzano una cultura e una civiltà antiche e di crocevia, musica che spesso viene trasmessa solo per tradizione orale.
Il Grace O’Malley attiva una curata ricerca nel repertorio tradizionale e classico di un periodo che spazia tra il XVI e il XVIII secolo, ed è soprattutto agli inizi del ‘700 che avvengono le più interessanti contaminazioni tra musica colta e melodie popolari.
Nel 2013 produce il primo lavoro discografico – The Sheep’s Dream – dove all’ascolto è chiara la libertà esecutiva che caratterizza l’ensemble, una sonorità classica che incontra la freschezza del sound folk e tradizionale, e una scelta dei brani che predilige l’alternarsi di danze ad antiche arie di origine sia sacra che profana.
Il nuovo progetto “Un Italiano a Dublino” si è realizzato grazie alla partecipazione straordinaria di:

Soprano: Veronika Kralova
Viola da Gamba: Marco Lorenzi
 Viola: Nicola Sangaletti

To Grace O’Malley is dedicated the band’s name, a brave, rebel woman, a sixteenth century pirate.
The band was born in Italy in 2006 and it’s composed by classically trained performers, with concert experiences that range from Classical to Folk, with executions in prestigious concert halls in Italy, Europe, Asia, United States and Japan.
The four musicians are tied together in this project, searching for a freedom of interpretation about popular ancient world.

The music of Grace O’Malley Quartet mixes ancient airs to jigs, hornpipes, stratspheys, reels, popular gaelic songs, in a rich and balanced combination of rhythms and evocative melodies. Of particular interest is the group’s choice to perform some sacred and profane vocals in Gaelic language.
The resulting style is unique with a captivating atmosphere, where the classical players’ sound meets intimate folk melodies, based on thumbing rhythms that beat about powerful stories, memories, traditions.

Edoardo Caffi

Figlio d’arte, studia flauto traverso e canto lirico presso l’Istituto musicale G. Donizetti, successivamente consegue le abilitazioni per l’insegnamento presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Ha frequentato diversi master classes con maestri di fama internazionale, tra i quali A. Blau, M. Larrieu e A. Marion.
Inizia giovanissimo la carriera concertistica che lo porta ad esibirsi in tutta Italia ed in importanti sedi europee, sia in veste di solista, sia in formazioni da camera da lui stesso fondate.

Fondatore insieme a Manuela Bonfanti, Alessandro Cavalleri e Giusi Pesenti del Grace O’Malley Quartet nel 2006.
Importanti sono anche le esperienze orchestrali.
Direttore artistico di numerose rassegne, svolge da anni un’attività di promozione musicale in Italia e all’estero, attività che  ha visto nascere eventi e stagioni musicali di elevato pregio.

Molti compositori gli hanno dedicato opere da lui eseguite in prime assolute, e parallelamente ha approfondito lo studio e la prassi esecutiva della musica antica.
Ha registrato due CD per Kiccoclassic, Phono comp, ed ha al suo attivo diverse registrazioni lives, ha suonato  per le  reti RAI, per la radio olandese e per la radio bavarese.
Ha collaborato con diversi Teatri italiani, tra i quali la “Scala” di Milano, il “Regio” di Torino, il “Carlo Felice” di Genova, “teatro Donizetti” di Bergamo e i teatri comunali lombardi ed emiliani.

E’ docente di Flauto traverso presso I.C. a indirizzo musicale “Mazzi” di Bergamo.

Alessandro Cavalleri

Ha compiuto gli studi di violino presso l’istituto musicale “G.Donizetti “ di Bergamo sotto la guida del Maestro Massimo De Biasio.
Svolge intensa attività concertistica come membro di prestigiose formazioni orchestrali in Italia e all’estero quali : la “Camerata Strumentale P.A. Locatelli”, il “Collegium Musicum”,i “Cameristi di Venezia”, i “Pomeriggi Musicali” di Milano, l’orchestra della RAI di Milano, l’orchestra del Filarmonica Italiana, la Petit Ensemble.
Collabora stabilmente con la Fondazione Orchestra Stabile di Bergamo “G. Donizetti”, l’Orchestra Barocca di Bergamo , l’orchestra degli Incontri Europei con la Musica, l’Orchestra Filarmonica Lombarda, l’orchestra del “Bergamo Musica Festival”, l’Orchestra “Enea Salmeggia”,  l’Orchestra Gianandrea Gavazzeni, l’Orchestra stabile della Bassa Bergamasca.

Si esibisce anche in formazioni cameristiche dal duo al quintetto e  ha effettuato tournee in Germania, Francia, Svizzera, U.S.A.
Ha inciso cd, dvd per Fonit Cetra, Agora’ e colonne sonore per RTI music.
Dal 2001 e’ titolare della cattedra di violino presso l’Istituto Comprensivo di Curno (BG), scuola secondaria ad indirizzo musicale.

Giusi Pesenti

Dopo lo studio di canto con il soprano Caterina Calvi inizia a collaborare con il suo primo gruppo di musica irlandese, Trata Burata.
Inizia così una ricerca sul campo in ambito celtico, imparando la lingua e la pronuncia e la prassi esecutiva sia canora che sugli strumenti percussivi.
Praticamente autodidatta, continua in questo lavoro di raccolta stilistica in diversi ambiti di tradizione: Bretone, Provenzale e Gaelica.

Il Bodrhàn sarà il suo primo strumento a cornice,
dopodiché nasce la curiosità verso strumenti di percussione per così dire “di fantasia”.

Da quì in poi vedrà la collaborazione con varie formazioni.
Dai Ligabosk, gruppo di ricerca e danze popolari; arriveranno così i Grace O’ Malley Quartet dove si spazia dalla classica al folk traditional irish, al fisarmonicista Gino Zambelli; e non per ultimo Walter Biella ricercatore di strumenti della tradizione bergamasca.

Nel frattempo si appassiona anche di musica americana.
Suonando inizialmente con la formazione old-time “Dry and Dusty”.
Poi arriveranno i “Sandcake”; i “The Reverend and the Lady” con cui girerà noti festival blues tra Francia e Svizzera; e le curiose “Kalahysteri”.

Ultimamente la vediamo collaborare spesso con il chitarrista e cantante country-bluegrass Michele Dal Lago, proponendo vari temi sulla musica americana in vari teatri ed importanti rassegne e festival in varie città d’Italia.

Manuela Bonfanti

Studia Chitarra Classica e si diploma presso L’ Istituto Musicale G. Donizetti  di Bergamo, nel 1995 con la guida del Maestro Giorgio Oltremari.
Segue i corsi di perfezionamento del Maestro Angelo Gilardino a Chatillon, e dal 95 inizia la collaborazione con il soprano Giuseppina Colombi con la quale si esibisce in importanti rassegne concertistiche in Italia – come gli Incontri Internazionali di Musica da Camera di Gressoney- , e all’estero – Germania – con il progetto sui festeggiamenti donizettiani.
In formazioni da camera ha all’attivo importanti partecipazioni – Teatro Sistina – Roma 23/10/2000 Teatro Smeraldo – Milano 30 – 31/10/2000
Vince diversi concorsi di musica da camera:
secondo premio al Concorso Nazionale comune di Vigliano Biellese 5 maggio 96
terzo premio “Premio Acqui Musica” Città di Acqui Terme 3 maggio 92

terzo premio 4° concorso internazionale Riviera Del Conero 25 ottobre 96
terzo premio al sesto concorso chitarristico internazionale Simone Salmaso Viareggio 6 aprile 97
primo premio al terzo concorso AGIMUS  di Varenna 1 maggio 96
terzo premio concorso nazionale di Ancona “città di Ancona” 17 dicembre 95
E’ membro dell’orchestra di chitarre “Benvenuto Terzi”, formazione con cui ha effettuato intensa attività concertistica e partecipato all’incisione del CD “Fantasia di chitarre”.
Si dedica all’attività concertistica e organizzativa, ideando LJM musica con cui promuove iniziative musicali e di spettacolo sia pubbliche che private.
Dal 2000 è docente di chitarra nella scuola media statale a indirizzo musicale presso l’ I.C. ad indirizzo musicale di Curno – Bergamo.

Veronika Kralova

Soprano lirico di origini boeme diplomata in canto prima al Conservatorio di Praga per dopo conseguire una laurea con 110 e lode al Conservatorio G. Donizetti di Bergamo. Successivamente ha approfondito gli studi del repertorio belcantistico durante le masterclass Belcanto Summerschool Holland e all’Accademia Internazionale della Musica a Milano, dove ha conseguito il diploma di specializzazione.
Invece il percorso nell’ambito della musica barocca e antica è stato perfezionato e studiato durante le varie masterclass come quella con Sara Mingardo, Sonia Prina o Stefano Montanari. Nel corso della sua attività artistica ha potuto mettere a frutto gli studi in produzioni sia discografiche (come Vespri di Santa Cecilia con Ensemble San Felice di Firenze oppure partecipazione alla produzione della musica originale della bergamasca del ‘700) che parteciapzione a vari prestigiosi Festival Internazionali. Tra i più rilevanti è stato Festival Pergolesi Spontini di Jesi con Andrea Coen oppure Festival di Musica Sacra di Roma assieme all’Orquesta Rafael Urdaneta El Sistema di Venezuela come il Festival Settimane Barocche di Brescia con Musiche Nove o Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, Il Festival della Cultura di Bergamo.

Durante due edizioni di Madesimo Music Festival sono stati incisi dei Salmi di Benedetto Marcello per l’etichetta Deutsche Harmonia Mundi con l’Ensemble Salomone Rossi, col il contralto Gloria Banditelli.
Ultimamente ha eseguito tre opere di produzione contemporanea di M° Damiano Rota: Cantata Santa Caterina d’Alessandria a voce sola e sette strumenti, Salve Regina per soprano, flauto e arpa o Vergine di Pietra per soprano, flauto dolce e basso continuo.Ha affrontato già in precedenza la musica contemporanea intrepretando Pierrot Lunaire Di Arnold Schonberg sotto la direzione di M° Stefano Montanari nell’ ambito della stagione della Società del Quartetto di Bergamo.
Nell’ ambito dell’opera lirica ha debuttato negli anni ruoli Donizettiano come Norina di Don Pasquale e Adina da L’Elisir d’amore, Gilda nel Rigoletto di Verdi e ancora prima ha interpretato Cherubino da Le Nozze di Figaro.
Assieme a Gianluigi Trovesi ha affrontato anche dei progetti jazz e cross over. In questo ambito è stato pubblicato un disco “Colazione da Tiffany” con l’orchestra jazz di Gabriele Comeglio.
Attualmente partecipa come soprano e artista Sony al progetto “Hasse” assieme all’ensemble Musiche Nove di Claudio Osele e Sony Classica, alla riscoperta di opere del compositore settecentesco inedite in tempi moderni con prima uscita in primavera 2017 per l’etichetta Sony.Con il Grace O’Malley Quartet collabora in due progetti UN ITALIANO A DUBLINO  e in SAY GRACE.

Marco Lorenzi

Diplomatosi nel 1989 in violino sotto la guida del M.° M. Catalano presso l’istituto musicale G. Donizetti di Bergamo prosegue gli studi nello strumento con il M°R.Rozek a Parma e in musica da camera presso la scuola di Fiesole con il M.° G. Garbarino.
Successivamente intraprende lo studio della viola con il M.° A. Burattin diplomandosi come privatista nel 1994 presso il conservatorio G. Verdi di Milano e frequentando corsi di perfezionamento con il M.° D. Rossi. La vittoria di una borsa di studio della Fondazione A. Toscanetra e Nuova Era;col gruppo “Festa rustica” ha registrato un doppio cd con cantate di Vallotti per la rivista Amadeus in uscita nell’aprile 2010.

Nel 2007 ha preso parte con l’”Omnia Symphony Orchestra”alla registrazione di un doppio album con il gruppo pop “I Nomadi” oltre a varie partecipazioni a progetti musicali crossover in ambito rock.

Opera come educatore e conduttore presso il centro “La nota in più” di Bergamo( musicoterapia orchestrale con disabili secondo il metodo “Esagramma”) ed è docente di ruolo di ed. musicale presso la scuola media “D. Alighieri “ di Ponte S. Pietro (Bg). ini di Parma gli consente di studiare nel biennio 1995-1996 col M.° W. Mendelsohnn presso l’omonima accademia a Bologna.
Nel 2015 ha conseguito il diploma di viola da gamba presso il Conservatorio di Brescia sotto la guida dei M° V. Ghielmi e C. Pasetto.In qualità di violinista e violista ha collaborato con diverse orchestre (“Pomeriggi musicali” di Milano,“A.Toscanini” di Parma, “Orchestra stabile di Bergamo”,”Vox Aurae” di Brescia, “Filarmonici di Verona”, “Enea Salmeggia” di Bergamo, “Orchestra del Bergamo musica festival”) e gruppi da camera con cui ha effettuato turnee in Italia,Spagna ,Svizzera ,Stati Uniti e registrazioni di musiche di Mozart, Durante, Myslivcek, Mayr, Zingarelli,Casella, Toni per le case discografiche Agorà, Fonit C.

Collabora stabilmente con il Grace dal progetto discografico Un Italiano A Dublino.

Share:
Grace O'Malley ©2017-2018